Che cos'è l'iposensibilizzazione?

What is allergy immunotherapy?

Con iposensibilizzazione si intende un'immunoterapia allergene specifica che affronta la causa di un'allergia. Attraverso somministrazioni ripetute di determinate quantità di un allergene, il tuo sistema immunitario impara a non reagire eccessivamente a quell'allergene. Questa terapia può alleviare i sintomi dell'allergia nel lungo termine o, nel migliore dei casi, persino eliminarli completamente.

What is hayfever?

Che cos'è l'iposensibilizzazione?

Che cos'è l'iposensibilizzazione?

What is
allergy immuno-therapy?

Con iposensibilizzazione si intende un'immunoterapia allergene specifica che affronta la causa di un'allergia. Attraverso somministrazioni ripetute di determinate quantità di un allergene, il tuo sistema immunitario impara a non reagire eccessivamente a quell'allergene. Questa terapia può alleviare i sintomi dell'allergia nel lungo termine o, nel migliore dei casi, persino eliminarli completamente.

L'iposensibilizzazione come forma di terapia esiste da più di un secolo. In questo articolo daremo uno sguardo ai diversi tipi di iposensibilizzazione e ad alcuni importanti aspetti di cui tenere conto.

Iposensibilizzazione o medicamenti per il controllo dei sintomi?

Allergien, beispielsweise gegen Pollen, Hausstaubmilben, Tierhaare oder Insektenstiche, werden von einer Überreaktion des Immunsystems ausgelöst. Dein Körper betrachtet eigentlich harmlose Substanzen als Bedrohung und leitet Abwehrmechanismen ein. Das kann zu leichten bis starken Allergiebeschwerden führen.

Le allergie, ad esempio ai pollini, agli acari della polvere, al pelo degli animali o alle punture di insetti, sono causate da una reazione eccessiva del sistema immunitario.

Che cos'è l'iposensibilizzazione?

Che cos'è l'iposensibilizzazione?

L'iposensibilizzazione come forma di terapia esiste da più di un secolo. In questo articolo daremo uno sguardo ai diversi tipi di iposensibilizzazione e ad alcuni importanti aspetti di cui tenere conto.

Iposensibilizzazione o medicamenti per il controllo dei sintomi?

Le allergie, ad esempio ai pollini, agli acari della polvere, al pelo degli animali o alle punture di insetti, sono causate da una reazione eccessiva del sistema immunitario. Il tuo organismo identifica come una minaccia sostanze in realtà innocue e avvia meccanismi di difesa. Questo processo può provocare disturbi allergici da lievi a gravi.

Se soffri di un'allergia, il primo passo logico è evitare il contatto con l'allergene. Qualora ciò non sia possibile, i medicamenti contro le allergie, come gli antistaminici o il cortisone, possono aiutare ad alleviare temporaneamente i sintomi, tra cui naso chiuso, starnuti a raffica e occhi che lacrimano.

L'iposensibilizzazione parte da un presupposto differente. Tratta non soltanto i sintomi, ma la causa che sta alla base dell'allergia. Nel corso del trattamento, il tuo sistema immunitario si abitua a non percepire più la sostanza allergenica come una minaccia. L'iposensibilizzazione è l'unico trattamento causale dell'allergia attualmente disponibile.

Il tuo organismo identifica come una minaccia sostanze in realtà innocue e avvia meccanismi di difesa. Questo processo può provocare disturbi allergici da lievi a gravi.

Se soffri di un'allergia, il primo passo logico è evitare il contatto con l'allergene. Qualora ciò non sia possibile, i medicamenti contro le allergie, come gli antistaminici o il cortisone, possono aiutare ad alleviare temporaneamente i sintomi, tra cui naso chiuso, starnuti a raffica e occhi che lacrimano.

L'iposensibilizzazione parte da un presupposto differente. Tratta non soltanto i sintomi, ma la causa che sta alla base dell'allergia. Nel corso del trattamento, il tuo sistema immunitario si abitua a non percepire più la sostanza allergenica come una minaccia. L'iposensibilizzazione è l'unico trattamento causale dell'allergia attualmente disponibile.

Sapevi che…?

  • L'iposensibilizzazione sembra un concetto nuovo ed estremamente moderno, ma in realtà il primo studio su questo approccio risale a 20 anni prima della scoperta dei medicamenti contro le allergie, come gli antistaminici.
  • Nel 1911, il medico britannico Leonard Noon iniettò un estratto di polline sotto la pelle di pazienti affette/i da raffreddore da fieno che, successivamente, iniziarono a manifestare meno lacrimazione o prurito agli occhi.
  • Nell'ultimo secolo, l'iposensibilizzazione è stata testata in numerosi studi ed è stata ulteriormente sviluppata.
  • Può essere somministrata sotto forma di compresse, gocce o iniezioni.
  • Non è indicata soltanto per l'uomo, anche gli animali con allergie respiratorie possono beneficiare dell'iposensibilizzazione.

La vita dopo l'iposensibilizzazione

Scopo dell'iposensibilizzazione è far sì che il tuo sistema immunitario tolleri di nuovo la sostanza allergenica. È un obiettivo semplice, perché la qualità della tua vita aumenta man mano che i disturbi diminuiscono. Numerosi studi hanno dimostrato che le persone che si sono sottoposte all'iposensibilizzazione soffrono molto meno dei sintomi dell'allergia e che questi possono persino risolversi completamente.

Ad esempio, chi soffre di raffreddore da fieno può già osservare un miglioramento nella stagione dei pollini successiva all'inizio della terapia. Perché questo accada, l'iposensibilizzazione deve essere iniziata alcuni mesi prima della stagione dei pollini. Il tuo medico ti fornirà tutte le informazioni necessarie.

L'iposensibilizzazione previene le malattie secondarie e contrasta lo sviluppo di nuove allergie. E nel caso di allergia al veleno degli insetti, può persino salvare la vita.

Scopo dell'iposensibilizzazione è far sì che il tuo sistema immunitario tolleri di nuovo la sostanza allergenica. È un obiettivo semplice, perché la qualità della tua vita aumenta man mano che i disturbi diminuiscono.

Chi può beneficiare dell'iposensibilizzazione?

L'iposensibilizzazione potrebbe essere la soluzione giusta per il tuo caso se, nonostante l'assunzione di medicamenti sintomatici, continui a soffrire di naso chiuso o che cola, oppure se la lacrimazione o il prurito agli occhi non ti danno tregua.

Tuttavia, l'iposensibilizzazione non è automaticamente adatta a chiunque. Una volta formulata la diagnosi, il tuo medico esaminerà con te se questa terapia è indicata per il tuo caso.

L'iposensibilizzazione è indicata anche per i bambini?

Sì, anche nei bambini l'iposensibilizzazione può alleviare i sintomi dell'allergia e ridurre la necessità di medicamenti antiallergici. Può anche prevenire l'asma, una malattia conseguente all'allergia, e contrastare lo sviluppo di ulteriori allergie. L'iposensibilizzazione è quindi una valida opzione per il trattamento delle allergie nei bambini.

Scopo dell'iposensibilizzazione è far sì che il tuo sistema immunitario tolleri di nuovo la sostanza allergenica. È un obiettivo semplice, perché la qualità della tua vita aumenta man mano che i disturbi diminuiscono.

Scopo dell'iposensibilizzazione è far sì che il tuo sistema immunitario tolleri di nuovo la sostanza allergenica. È un obiettivo semplice, perché la qualità della tua vita aumenta man mano che i disturbi diminuiscono.

Chi può beneficiare dell'iposensibilizzazione?

L'iposensibilizzazione potrebbe essere la soluzione giusta per il tuo caso se, nonostante l'assunzione di medicamenti sintomatici, continui a soffrire di naso chiuso o che cola, oppure se la lacrimazione o il prurito agli occhi non ti danno tregua.

Tuttavia, l'iposensibilizzazione non è automaticamente adatta a chiunque. Una volta formulata la diagnosi, il tuo medico esaminerà con te se questa terapia è indicata per il tuo caso.

L'iposensibilizzazione è indicata anche per i bambini?

Sì, anche nei bambini l'iposensibilizzazione può alleviare i sintomi dell'allergia e ridurre la necessità di medicamenti antiallergici. Può anche prevenire l'asma, una malattia conseguente all'allergia, e contrastare lo sviluppo di ulteriori allergie. L'iposensibilizzazione è quindi una valida opzione per il trattamento delle allergie nei bambini.

Quali allergie possono essere trattate con l'iposensibilizzazione?

  • Pollini di alberi
  • Pollini di graminacee
  • Pollini di erbacee
  • Acari della polvere
  • Muffe
  • Peli di gatti e cani
  • Punture di api e vespe

Prima di iniziare l'iposensibilizzazione, il medico ti sottoporrà a un prick test o a un test ematico allergologico per individuare gli allergeni a cui reagisci.

Atemwegsallergie?

Mit unserem schnellen Test kannst du herausfinden, wie wahrscheinlich es ist, dass du eine allergische Atemwegserkrankung hast.

Eine junge Frau mit Allergie hält einen kleinen Hund
Giovane donna affetta da allergia con un cagnolino

Allergia respiratoria?

Con il nostro test rapido, puoi scoprire quante probabilità hai di soffrire di una malattia respiratoria allergica.

Allergia respiratoria?

Con il nostro test rapido, puoi scoprire quante probabilità hai di soffrire di una malattia respiratoria allergica.

Giovane donna affetta da allergia con un cagnolino

Allergia respiratoria?

Con il nostro test rapido, puoi scoprire quante probabilità hai di soffrire di una malattia respiratoria allergica.

Giovane donna affetta da allergia con un cagnolino

Iposensibilizzazione: forme di trattamento

Se non puoi evitare l'esposizione alla sostanza allergenica, l'iposensibilizzazione è un metodo controllato per abituare il tuo organismo al contatto con l'allergene.

L'iposensibilizzazione utilizza l'allergene a cui sei allergico. A seconda del fattore scatenante l'allergia, si utilizza ad esempio un estratto di determinati tipi di polline, peli di animali o acari della polvere.

Riceverai regolarmente una certa quantità dell'allergene per desensibilizzare il tuo sistema immunitario. Con il tempo, il tuo organismo imparerà a tollerare l'allergene e a non percepirlo più come una minaccia.

Esistono due tipi di iposensibilizzazione. L'immunoterapia sottocutanea è il metodo originale in cui l'estratto viene iniettato sotto la pelle. Il metodo di trattamento più recente è l'immunoterapia sublinguale, nella quale si pongono sotto la lingua gocce o compresse solubili.

Di solito, le persone affette da allergia cercano di alleviare i loro sintomi per oltre dieci anni prima di iniziare l'iposensibilizzazione. Non aspettare così a lungo. Rivolgiti prima a un medico.

Iposensibilizzazione tramite iniezioni

Nell'immunoterapia sottocutanea, il trattamento viene eseguito in ambulatorio dove ti vengono praticate le iniezioni.

Sono previste due fasi: la fase di titolazione e la fase di mantenimento. Durante la titolazione, la quantità di allergene viene aumentata gradualmente fino a raggiungere la dose massima; quest'ultima, chiamata dose di mantenimento, allena il tuo organismo all'esposizione all'allergene per un periodo di tempo prolungato.

Il tuo medico controllerà regolarmente i progressi del trattamento. Solitamente la terapia dura tre anni.

Iposensibilizzazione con compresse/gocce

Il grande vantaggio dell'iposensibilizzazione con compresse o gocce risiede nella minore necessità di recarsi dal medico, poiché l'assunzione del medicamento può comodamente avvenire presso la.

Di solito, le persone affette da allergia cercano di alleviare i loro sintomi per oltre dieci anni prima di iniziare l'iposensibilizzazione. Non aspettare così a lungo. Rivolgiti prima a un medico.

Di solito, le persone affette da allergia cercano di alleviare i loro sintomi per oltre dieci anni prima di iniziare l'iposensibilizzazione. Non aspettare così a lungo. Rivolgiti prima a un medico.

 

Iposensibilizzazione tramite iniezioni

Nell'immunoterapia sottocutanea, il trattamento viene eseguito in ambulatorio dove ti vengono praticate le iniezioni.

Sono previste due fasi: la fase di titolazione e la fase di mantenimento. Durante la titolazione, la quantità di allergene viene aumentata gradualmente fino a raggiungere la dose massima; quest'ultima, chiamata dose di mantenimento, allena il tuo organismo all'esposizione all'allergene per un periodo di tempo prolungato.

Il tuo medico controllerà regolarmente i progressi del trattamento. Solitamente la terapia dura tre anni.

Iposensibilizzazione con compresse/gocce

Il grande vantaggio dell'iposensibilizzazione con compresse o gocce risiede nella minore necessità di recarsi dal medico, poiché l'assunzione del medicamento può comodamente avvenire presso la.

La prima dose viene assunta in ambulatorio (tempo di attesa 30 minuti), dove hai la possibilità di esaminare i possibili effetti collaterali con il tuo medico. In seguito potrai proseguire il tuo trattamento quotidiano a casa.

È importante sottoporsi a regolari controlli presso il proprio medico. Solitamente la terapia dura tre anni.

La prima dose viene assunta in ambulatorio (tempo di attesa 30 minuti), dove hai la possibilità di esaminare i possibili effetti collaterali con il tuo medico. In seguito potrai proseguire il tuo trattamento quotidiano a casa.

È importante sottoporsi a regolari controlli presso il proprio medico. Solitamente la terapia dura tre anni.

Iposensibilizzazione per allergie multiple

La tua allergia è causata da svariati allergeni? Più della metà di tutti coloro che soffrono di allergie respiratorie reagisce a più di un allergene. Quali sono gli effetti di questa condizione sull'iposensibilizzazione?

Può essere utile trattare con l'iposensibilizzazione l'allergene che causa i sintomi più gravi. Ad esempio, gli scienziati hanno scoperto che l'iposensibilizzazione agli acari della polvere può aiutare chi è anche allergico ai pollini. I sintomi dell'allergia sono stati ridotti tutto l'anno grazie all'iposensibilizzazione, soprattutto durante la stagione dei pollini.

Effetti collaterali dell'iposensibilizzazione

Dal momento che tutte le forme di iposensibilizzazione, si tratti di iniezioni, compresse o gocce, possono causare effetti collaterali, è importante che la terapia sia eseguita sotto la supervisione del tuo medico, che esaminerà con te anche i possibili effetti collaterali.

Orsacchiotti su un letto

Che cos'è l'allergia agli
acari della polvere?

Che cos'è l'allergia agli
acari della polvere?

Iposensibilizzazione per allergie multiple

La tua allergia è causata da svariati allergeni? Più della metà di tutti coloro che soffrono di allergie respiratorie reagisce a più di un allergene. Quali sono gli effetti di questa condizione sull'iposensibilizzazione?

Può essere utile trattare con l'iposensibilizzazione l'allergene che causa i sintomi più gravi.

Orsacchiotti su un letto

Che cos'è l'allergia agli
acari della polvere?

Ad esempio, gli scienziati hanno scoperto che l'iposensibilizzazione agli acari della polvere può aiutare chi è anche allergico ai pollini. I sintomi dell'allergia sono stati ridotti tutto l'anno grazie all'iposensibilizzazione, soprattutto durante la stagione dei pollini.

Se assieme al tuo medico hai deciso di sottoporti all'immunoterapia allergene specifica con compresse o gocce, leggi attentamente anche il foglietto illustrativo.

Effetti collaterali locali dell'iposensibilizzazione tramite iniezioni

Gli effetti collaterali più comuni dell'iposensibilizzazione sottocutanea si manifestano nella sede di iniezione. Possono comparire arrossamento cutaneo o gonfiore. Il tuo medico esaminerà con te anche gli altri possibili effetti collaterali.

Effetti collaterali locali dell'iposensibilizzazione con compresse o gocce

Nell'immunoterapia antiallergica sublinguale sono da attendersi soprattutto effetti collaterali locali, tra cui prurito (bocca, lingua o orecchie), irritazione alla gola o labbra gonfie. Di solito queste reazioni non richiedono alcun trattamento. Il tuo medico esaminerà con te anche i possibili effetti collaterali.

Una giovane donna pensa di sottoporsi a un test allergologico

Semplice guida per
i test allergologici

Una giovane donna pensa di sottoporsi a un test allergologico

Semplice guida per
i test allergologici

Effetti collaterali sistemici dell'iposensibilizzazione

Gli effetti collaterali sistemici interessano l'intero organismo. Gli effetti collaterali gravi dell'iposensibilizzazione sono molto rari. Il tuo medico ti fornirà tutte le informazioni necessarie durante il colloquio della visita.

Iposensibilizzazione = vale la pena non interromperla

L'immunoterapia allergene specifica richiede tempo. Di solito sono necessari 3 anni perché il tuo organismo sviluppi una tolleranza all'allergene a cui sei allergico. Ma ne vale la pena! In cambio puoi contare sul sollievo dei sintomi a lungo termine o addirittura sulla loro risoluzione completa. Non interromperla!

Fissa un appuntamento con il tuo medico

La tua allergia continua a non darti tregua nonostante l'assunzione di medicamenti sintomatici? In tal caso vale la pena esaminare la possibilità di sottoporsi all'iposensibilizzazione con il tuo medico o una/un allergologo, che sarà in grado di confermare se l'iposensibilizzazione è la soluzione giusta per il tuo caso e illustrarti le diverse forme della terapia.

Una giovane donna pensa di sottoporsi a un test allergologico

Semplice guida per
i test allergologici

Effetti collaterali sistemici dell'iposensibilizzazione

Gli effetti collaterali sistemici interessano l'intero organismo. Gli effetti collaterali gravi dell'iposensibilizzazione sono molto rari. Il tuo medico ti fornirà tutte le informazioni necessarie durante il colloquio della visita.

Iposensibilizzazione = vale la pena non interromperla

L'immunoterapia allergene specifica richiede tempo. Di solito sono necessari 3 anni perché il tuo organismo sviluppi una tolleranza all'allergene a cui sei allergico. Ma ne vale la pena! In cambio puoi contare sul sollievo dei sintomi a lungo termine o addirittura sulla loro risoluzione completa. Non interromperla!

Fissa un appuntamento con il tuo medico

La tua allergia continua a non darti tregua nonostante l'assunzione di medicamenti sintomatici? In tal caso vale la pena esaminare la possibilità di sottoporsi all'iposensibilizzazione con il tuo medico o una/un allergologo, che sarà in grado di confermare se l'iposensibilizzazione è la soluzione giusta per il tuo caso e illustrarti le diverse forme della terapia.

Di solito, le persone affette da allergia provano a trattare i loro sintomi con medicamenti sintomatici per oltre dieci anni prima di iniziare l'iposensibilizzazione. Non aspettare così a lungo, perché l'inizio precoce del trattamento contribuisce in misura significativa al successo della terapia. Chiedi quindi un consulto medico per esaminare le opzioni terapeutiche disponibili per il tuo caso

Di solito, le persone affette da allergia provano a trattare i loro sintomi con medicamenti sintomatici per oltre dieci anni prima di iniziare l'iposensibilizzazione. Non aspettare così a lungo, perché l'inizio precoce del trattamento contribuisce in misura significativa al successo della terapia. Chiedi quindi un consulto medico per esaminare le opzioni terapeutiche disponibili per il tuo caso

 Ricerca di un medico specialista

Come trovare un medico

Hai bisogno di aiuto per cercare un allergologo?

 Ricerca di un medico specialista

Come trovare un medico

Hai bisogno di aiuto per cercare un allergologo?

 Ricerca di un medico specialista

Come trovare un medico

Hai bisogno di aiuto per cercare un allergologo?

Siamo a tua disposizione

Ti ringraziamo per aver letto questo articolo fino alla fine. Ci piacerebbe conoscere la tua opinione. Le allergie sono un tema complesso e noi vogliamo aiutarti semplificando la tua scelta delle misure più appropriate. Se hai domande o vuoi raccontarci la tua vita con un'allergia, inviaci un'e-mail o visita la nostra pagina Facebook.