Che cosa sono gli antistaminici?

Was sind Antihistaminika?

Soffri di raffreddore da fieno o di un'altra allergia? Se è così, può darsi che tu abbia già sentito parlare degli antistaminici, o forse li stai già assumendo. Questi medicamenti esistono da oltre 75 anni. Gli antistaminici alleviano i sintomi allergici, dal raffreddore allergico e dagli starnuti fino alla lacrimazione agli occhi e alle eruzioni cutanee associate a prurito. Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sugli antistaminici.

Come funzionano gli antistaminici?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo innanzitutto esaminare più da vicino il termine istamina. L'istamina è la sostanza chimica che l'organismo rilascia nella pelle, nei polmoni, nel naso, nella bocca e nell'intestino quando si sente esposto a un "attacco". L'istamina scatena una reazione di difesa il cui obiettivo è scacciare gli intrusi.

In realtà, questi "intrusi" sono sostanze completamente innocue. Il tuo sistema immunitario instaura una reazione eccessiva nei confronti di allergeni, come ad es. pollini, acari della polvere o pelo di animali, identificandoli erroneamente come una minaccia e rilasciando una grande quantità di istamina nell'organismo. Ciò provoca sintomi infiammatori e allergici, come naso che cola, occhi che lacrimano o prudono, starnuti, tosse o eruzioni cutanee. Tutte queste reazioni mirano in realtà a espellere e a liberarsi degli intrusi dall'organismo quanto più rapidamente possibile.

Dal nome antistaminico ("anti" = contro) si desume anche la "descrizione della funzione" del medicamento, ossia il blocco dell'azione dell'istamina.

Che cosa sono gli antistaminici?

Soffri di raffreddore da fieno o di un'altra allergia? Se è così, può darsi che tu abbia già sentito parlare degli antistaminici, o forse li stai già assumendo. Questi medicamenti esistono da oltre 75 anni. Gli antistaminici alleviano i sintomi allergici, dal raffreddore allergico e dagli starnuti fino alla lacrimazione agli occhi e alle eruzioni cutanee associate a prurito. Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sugli antistaminici.

Come funzionano gli antistaminici?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo innanzitutto esaminare più da vicino il termine istamina. L'istamina è la sostanza chimica che l'organismo rilascia nella pelle, nei polmoni, nel naso, nella bocca e nell'intestino quando si sente esposto a un "attacco". L'istamina scatena una reazione di difesa il cui obiettivo è scacciare gli intrusi.

In realtà, questi "intrusi" sono sostanze completamente innocue.

Qu’est-ce qu’un antihistaminique?

Do you have hay fever or another type of allergy? If so, you’ve probably heard about antihistamines; indeed, you may already be taking them. These medicines have been helping people with allergy for over 75 years. Antihistamines can soothe symptoms from sniffles and sneezes to watery eyes and itchy rashes. Read on to find out how and why.

How do antihistamines work?

An allergy blood test is the same as any other blood test: a small amount of your blood is sent to a lab for analysis.

Allergy blood tests can detect Immunoglobulin E (IgE) in your blood. IgE is an antibody produced by the immune system in connection with a reaction to protect us from outside intruders such as parasites.

Che cosa sono gli antistaminici?

Soffri di raffreddore da fieno o di un'altra allergia? Se è così, può darsi che tu abbia già sentito parlare degli antistaminici, o forse li stai già assumendo. Questi medicamenti esistono da oltre 75 anni. Gli antistaminici alleviano i sintomi allergici, dal raffreddore allergico e dagli starnuti fino alla lacrimazione agli occhi e alle eruzioni cutanee associate a prurito.

Qu’est-ce qu’un antihistaminique?

Continua a leggere per scoprire tutto ciò che devi sapere sugli antistaminici.

Come funzionano gli antistaminici?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo innanzitutto esaminare più da vicino il termine istamina. L'istamina è la sostanza chimica che l'organismo rilascia nella pelle, nei polmoni, nel naso, nella bocca e nell'intestino quando si sente esposto a un "attacco". L'istamina scatena una reazione di difesa il cui obiettivo è scacciare gli intrusi.

In realtà, questi "intrusi" sono sostanze completamente innocue. Il tuo sistema immunitario instaura una reazione eccessiva nei confronti di allergeni, come ad es. pollini, acari della polvere o pelo di animali, identificandoli erroneamente come una minaccia e rilasciando una grande quantità di istamina nell'organismo. Ciò provoca sintomi infiammatori e allergici, come naso che cola, occhi che lacrimano o prudono, starnuti, tosse o eruzioni cutanee. Tutte queste reazioni mirano in realtà a espellere e a liberarsi degli intrusi dall'organismo quanto più rapidamente possibile.

Dal nome antistaminico ("anti" = contro) si desume anche la "descrizione della funzione" del medicamento, ossia il blocco dell'azione dell'istamina.

Antistaminici: impiego

Gli antistaminici sono tra i medicamenti più comunemente utilizzati per il trattamento dei sintomi allergici, quali ad es.:

  • Starnuti, naso chiuso o che cola (raffreddore da fieno)
  • Occhi che lacrimano o prudono (congiuntivite allergica)
  • Orticaria o eruzione cutanea
  • Reazioni allergiche ad alimenti

Gli antistaminici non curano le allergie né ne affrontano la causa, ma possono rendere più sopportabile la vita di molte persone allergiche.

Gli antistaminici possono anche essere utilizzati come misura preventiva se assunti prima di un possibile contatto con un allergene. Se ad esempio sei allergico ai pollini, puoi prevedere il contatto e l'insorgenza dei sintomi utilizzando un calendario dei pollini. In seguito puoi esaminare con il tuo medico in che modo e in quale momento assumere gli antistaminici come misura preventiva.

Naturalmente puoi assumere gli antistaminici anche dopo la comparsa della reazione. Allevieranno i tuoi sintomi allergici e bloccheranno l'azione dell'istamina nell'organismo. Ricorda però che la maggior parte degli antistaminici richiede da 1 a 2 ore per raggiungere la massima efficacia.

Il tuo sistema immunitario instaura una reazione eccessiva nei confronti di allergeni, come ad es. pollini, acari della polvere o pelo di animali, identificandoli erroneamente come una minaccia e rilasciando una grande quantità di istamina nell'organismo. Ciò provoca sintomi infiammatori e allergici, come naso che cola, occhi che lacrimano o prudono, starnuti, tosse o eruzioni cutanee. Tutte queste reazioni mirano in realtà a espellere e a liberarsi degli intrusi dall'organismo quanto più rapidamente possibile.

Dal nome antistaminico ("anti" = contro) si desume anche la "descrizione della funzione" del medicamento, ossia il blocco dell'azione dell'istamina.

Antistaminici: impiego

Gli antistaminici sono tra i medicamenti più comunemente utilizzati per il trattamento dei sintomi allergici, quali ad es.:

  • Starnuti, naso chiuso o che cola (raffreddore da fieno)
  • Occhi che lacrimano o prudono (congiuntivite allergica)
  • Orticaria o eruzione cutanea
  • Reazioni allergiche ad alimenti

Gli antistaminici non curano le allergie né ne affrontano la causa, ma possono rendere più sopportabile la vita di molte persone allergiche.

Gli antistaminici possono anche essere utilizzati come misura preventiva se assunti prima di un possibile contatto con un allergene. Se ad esempio sei allergico ai pollini, puoi prevedere il contatto e l'insorgenza dei sintomi utilizzando un calendario dei pollini. In seguito puoi esaminare con il tuo medico in che modo e in quale momento assumere gli antistaminici come misura preventiva.

Naturalmente puoi assumere gli antistaminici anche dopo la comparsa della reazione. Allevieranno i tuoi sintomi allergici e bloccheranno l'azione dell'istamina nell'organismo. Ricorda però che la maggior parte degli antistaminici richiede da 1 a 2 ore per raggiungere la massima efficacia.

Sapevi che…?

  • I sintomi del raffreddore da fieno furono descritti per la prima volta nel 1819 in uno studio medico, ma il termine non venne utilizzato dalla maggior parte dei medici fino agli anni '60 dell'Ottocento.
  • In epoca vittoriana, alle persone che soffrivano di raffreddore da fieno si consigliava di fumare tabacco, inalare cloruro d'ammonio o addirittura usare oppio.
  • La prima sostanza con proprietà antistaminiche fu scoperta nel 1937 dallo scienziato Daniel Bovet, che ricevette il premio Nobel per questa e per altre importanti conquiste scientifiche.
  • Il primo medicamento antistaminico per l'uomo fu venduto nel 1942.
  • Nel 1947, un soggetto allergico scoprì per caso un piacevole effetto collaterale: l'antistaminico alleviava anche il mal d'auto.

Di che cosa devo tenere conto?

Forse conosci gli antistaminici come "compresse per il raffreddore da fieno". Lo stesso antistaminico può comunque essere disponibile anche sotto forma di spray nasali, colliri, pomate e lozioni.

Dalla scoperta degli antistaminici avvenuta negli anni '30 del Novecento, gli scienziati hanno proseguito la ricerca su nuovi principi attivi. Oggi gli antistaminici si dividono principalmente in due gruppi, ossia di prima e seconda generazione. Quale sia quello più indicato per il tuo caso può dipendere dal momento della giornata in cui i tuoi sintomi si manifestano con maggiore intensità e quando hai bisogno del massimo sollievo.

Forse conosci gli antistaminici come "compresse per il raffreddore da fieno". Lo stesso antistaminico può comunque essere disponibile anche sotto forma di spray nasali, colliri, pomate e lozioni.A

Dalla scoperta degli antistaminici avvenuta negli anni '30 del Novecento, gli scienziati hanno proseguito la ricerca su nuovi principi attivi. Oggi gli antistaminici si dividono principalmente in due gruppi, ossia di prima e seconda generazione. Quale sia quello più indicato per il tuo caso può dipendere dal momento della giornata in cui i tuoi sintomi si manifestano con maggiore intensità e quando hai bisogno del massimo sollievo.

Antistaminici di prima generazione

Gli antistaminici di prima generazione possono causare sonnolenza. Di solito sull'etichetta è riportata l'avvertenza di evitare di guidare o usare macchine dopo l'assunzione. Questo tipo di antistaminico può quindi essere indicato per il tuo caso se il raffreddore da fieno ti impedisce di dormire.

Gli antistaminici di prima generazione contengono i seguenti principi attivi:

  • Clorfenamina
  • Prometazina
  • Idrossizina

Antistaminici di seconda generazione

Gli antistaminici di seconda generazione causano sonnolenza molto più raramente. Sono spesso definiti come "non sedativi" e vengono quindi utilizzati per alleviare i sintomi dell'allergia durante il giorno.

Gli antistaminici di seconda generazione contengono i seguenti principi attivi:

  • Cetirizina
  • Loratadina
  • Acrivastina
  • Fexofenadina
  • Desloratadina

Non esiste un antistaminico migliore di altri: tutti soddisfano il medesimo scopo, ma non tutti sono ugualmente adatti ad ogni sintomo e ad ogni soggetto allergico. Un determinato antistaminico o una certa modalità di assunzione possono essere più efficaci per te che per qualcun altro. Solitamente si preferiscono tuttavia gli antistaminici di seconda generazione, poiché hanno meno probabilità di causare sonnolenza.

Gli antistaminici di seconda generazione causano sonnolenza molto più raramente. Sono spesso definiti come "non sedativi" e vengono quindi utilizzati per alleviare i sintomi dell'allergia durante il giorno.

Gli antistaminici di seconda generazione contengono i seguenti principi attivi:

  • Cetirizina
  • Loratadina
  • Acrivastina
  • Fexofenadina
  • Desloratadina

Non esiste un antistaminico migliore di altri: tutti soddisfano il medesimo scopo, ma non tutti sono ugualmente adatti ad ogni sintomo e ad ogni soggetto allergico. Un determinato antistaminico o una certa modalità di assunzione possono essere più efficaci per te che per qualcun altro. Solitamente si preferiscono tuttavia gli antistaminici di seconda generazione, poiché hanno meno probabilità di causare sonnolenza.

Terapia combinata

Non solo gli antistaminici in sé si sono sviluppati enormemente dalla loro scoperta, ma anche la loro modalità di assunzione. Molte persone assumono questi medicamenti insieme ad altri. E la ricerca scientifica dimostra che questo tipo di cosiddetta terapia combinata è, per alcune persone, la chiave per il trattamento delle allergie.

Ad esempio, è possibile utilizzare uno spray nasale a base di cortisone assieme a uno spray nasale contenente antistaminico. Alcuni nuovi spray nasali a base di cortisone possono essere utilizzati sia dagli adulti che dai bambini. Qui puoi ottenere maggiori informazioni sul cortisone.

Assieme agli antistaminici si utilizzano anche principi attivi decongestionanti, che dovrebbero tuttavia essere assunti soltanto in casi acuti e per brevi periodi. Hanno un'azione decongestionante contro il naso chiuso riducendo il gonfiore dei vasi sanguigni nei seni paranasali; gli antistaminici sono efficaci anche contro il prurito e gli starnuti.

Alcuni prodotti combinati contengono sia principi attivi decongestionanti che antistaminici. Presta sempre attenzione a questo fattore se stai già assumendo antistaminici separatamente e comunicalo al tuo medico o farmacista.

Spray nasal corticostéroïde

Che cos'è il cortisone?

Spray nasal corticostéroïde

Che cos'è il cortisone?

Terapia combinata

Non solo gli antistaminici in sé si sono sviluppati enormemente dalla loro scoperta, ma anche la loro modalità di assunzione. Molte persone assumono questi medicamenti insieme ad altri. E la ricerca scientifica dimostra che questo tipo di cosiddetta terapia combinata è, per alcune persone, la chiave per il trattamento delle allergie.

Spray nasal corticostéroïde

Che cos'è il cortisone?

Ad esempio, è possibile utilizzare uno spray nasale a base di cortisone assieme a uno spray nasale contenente antistaminico. Alcuni nuovi spray nasali a base di cortisone possono essere utilizzati sia dagli adulti che dai bambini. Qui puoi ottenere maggiori informazioni sul cortisone.

Assieme agli antistaminici si utilizzano anche principi attivi decongestionanti, che dovrebbero tuttavia essere assunti soltanto in casi acuti e per brevi periodi. Hanno un'azione decongestionante contro il naso chiuso riducendo il gonfiore dei vasi sanguigni nei seni paranasali; gli antistaminici sono efficaci anche contro il prurito e gli starnuti.

Alcuni prodotti combinati contengono sia principi attivi decongestionanti che antistaminici. Presta sempre attenzione a questo fattore se stai già assumendo antistaminici separatamente e comunicalo al tuo medico o farmacista.

Gli antistaminici sono adatti ai bambini?

Esistono antistaminici per bambini a partire da 1 anno d'età, alcuni dei quali disponibili senza prescrizione. Ti consigliamo tuttavia di chiedere consiglio al tuo medico prima di utilizzarli.

Quali sono gli effetti collaterali degli antistaminici?

Come tutti i medicamenti, anche gli antistaminici possono causare effetti collaterali. Leggi attentamente il foglietto illustrativo prima di iniziare il trattamento dei tuoi sintomi allergici. Gli effetti collaterali variano a seconda che si tratti di un antistaminico di prima o seconda generazione.

Gli effetti collaterali degli antistaminici di prima generazione includono:

  • Sonnolenza, minore capacità di coordinazione motoria, minore rapidità di reazione e nel prendere decisioni. Questi effetti aumentano i rischi durante la guida di veicoli o l'uso di macchine.
  • Secchezza della mucosa orale
  • Visione offuscata
  • Ritenzione urinaria

Gli effetti collaterali degli antistaminici di seconda generazione includono:

  • Mal di testa
  • Secchezza della mucosa orale
  • Nausea
  • Sonnolenza, anche se molto più rara rispetto agli antistaminici di prima generazione

Come tutti i medicamenti, anche gli antistaminici possono causare effetti collaterali. Leggi attentamente il foglietto illustrativo prima di iniziare il trattamento dei tuoi sintomi allergici. Gli effetti collaterali variano a seconda che si tratti di un antistaminico di prima o seconda generazione.

Gli effetti collaterali degli antistaminici di prima generazione includono:

  • Sonnolenza, minore capacità di coordinazione motoria, minore rapidità di reazione e nel prendere decisioni. Questi effetti aumentano i rischi durante la guida di veicoli o l'uso di macchine.
  • Secchezza della mucosa orale
  • Visione offuscata
  • Ritenzione urinaria

Gli effetti collaterali degli antistaminici di seconda generazione includono:

  • Mal di testa
  • Secchezza della mucosa orale
  • Nausea
  • Sonnolenza, anche se molto più rara rispetto agli antistaminici di prima generazione

Agisci con prudenza e in modo responsabile in caso di assunzione di antistaminici insieme ad altri medicamenti

Chiedi consiglio al farmacista o al medico prima di assumere un antistaminico. Poiché gli antistaminici possono influire sull'efficacia di altri medicamenti, è importante leggere attentamente il foglietto illustrativo.

In generale dovresti evitare il consumo di alcol durante il trattamento con antistaminici. Questa precauzione è particolarmente importante quando si assumono antistaminici di prima generazione.

Presta inoltre attenzione a non assumere accidentalmente una dose troppo elevata in caso di assunzione concomitante di un altro medicamento contenente antistaminici.

Gli antistaminici nella vita quotidiana

Ora ti starai chiedendo: "Qual è il medicamento migliore per trattare il mio raffreddore da fieno?" Be', non esiste una risposta definitiva a questa domanda. Ciò che è giusto per una persona può non esserlo necessariamente per un'altra. In ogni caso, ti raccomandiamo di chiedere consiglio al farmacista o al medico.

Quando possibile, cerca anche di evitare il contatto con l'allergene, ad es. i pollini. Presta sempre attenzione alla concentrazione pollinica, in modo da potere pianificare quando trascorrere del tempo all'aperto.

Grazie

Ti ringraziamo per aver letto questo articolo fino alla fine. Se hai domande sugli antistaminici, sul raffreddore da fieno o sulle allergie in genere, non esitare a contattarci. E facci sapere se tu stesso hai consigli utili sulle allergie che desideri condividere con altri. Visita la nostra pagina Facebook o inviaci un'e-mail e raccontaci la tua storia.